30 Nov 2021

L’immigrazione come forma di guerra ibrida

Di |2021-11-30T14:52:36+01:0030 Novembre 2021|Categorie: Vlog|Tag: , , , |0 Commenti

Polonia e Paesi baltici hanno applicato la nozione di "guerra ibrida" ai flussi migratori. Al di là di certa retorica secondo cui l'immigrazione è sempre benefica, quando i flussi sono troppo massicci e da Paesi culturalmente distanti espongono chi li riceve a crisi sociali ed economiche.

29 Nov 2021

Nell’Europa che costruisce muri, l’Italia fa il ventre molle

Di |2021-11-29T10:30:47+01:0029 Novembre 2021|Categorie: Vlog|Tag: , , , , , |0 Commenti

Il rapporto trimestrale di Frontex fotografa un aumento generalizzato di flussi illegali verso l'Europa. 13 Paesi sui 27 dell'UE hanno chiesto all'Unione di finanziare la costruzione di muri. L'Italia non è tra questi e sta diventando il ventre molle.

25 Nov 2021

La crisi migratoria di nuovo all’attenzione europea. Ma non grazie all’Italia

Di |2021-11-25T14:57:40+01:0025 Novembre 2021|Categorie: Vlog|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

L'immigrazione è tornata a essere un tema pressante sui tavoli europei - ma non certo grazie ai rappresentanti italiani Di Maio e Lamorgese. A imporla nell'agenda sono stati invece baltici e polacchi, preoccupati per la crescente pressione proveniente dal confine con la Bielorussia.

14 Lug 2020

Gli USA accusano Maduro di narcotraffico

Di |2020-07-14T10:29:07+01:0014 Luglio 2020|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

In marzo si è aggiunta una rilevante accusa della magistratura americana contro Maduro e i suoi più stretti collaboratori: traffico internazionale di droga. Fra i partecipanti protagonisti spiccano le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (F.A.R.C.) e il Cartel de los Soles venezuelano.

18 Lug 2019

PILATI: Von der Leyen, o della disintegrazione della politica europea

Di |2019-07-18T13:22:42+01:0018 Luglio 2019|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , |1 Commento

La complicata incertezza che oggi prevale nell’Unione Europea si rivela nella curiosa maggioranza che ha confermato Ursula Albrecht von der Leyen alla presidenza della Commissione: popolari, liberali, Visegrad, metà dei socialisti e 5Stelle.

Torna in cima