Daniele Scalea, Presidente del Centro Studi Machiavelli, è intervenuto su RPL a “Il punto politico”, programma condotto da PierLuigi Pellegrin, per discutere del suo articolo La migrazione come arma. Il presidente Scalea ha spiegato come i flussi migratori possano inserirsi in contesti di guerra ibrida tesi a danneggiare coscientemente il Paese che li subisce.

+ post

Fondatore e Presidente del Centro Studi Machiavelli. Laureato in Scienze storiche (Università degli Studi di Milano) e Dottore di ricerca in Studi politici (Università Sapienza), è docente di "Storia e dottrina del jihadismo" e "Geopolitica del Medio Oriente" all'Università Cusano. Dal 2018 al 2019 è stato Consigliere speciale su immigrazione e terrorismo del Sottosegretario agli Affari Esteri Guglielmo Picchi. Il suo ultimo libro (come curatore) è L'attualità del sovranismo. Tra pandemia e guerra.