A fine Gennaio, il mondo accademico americano, già da qualche anno oggetto di scrutinio da parte del mondo conservatore a causa dell’estremismo ideologico di sinistra di alcuni professori ed amministratori, è stato colpito da un nuovo scandalo: il capo del Dipartimento di Chimica e Biologia di Harvard, Charles Lieber, è accusato di aver mentito al governo americano a riguardo del suo coinvolgimento nel ”Thousand Talents Plan” cinese sotto pagamento di una cifra intorno ai due milioni di dollari.

Secondo la Commissione del Senato Americano, questo ”TTP” è di fatto un sistema di reclutamento esteso a ben 7000 accademici che, in cambio di denaro per spese personali e di ricerca, avrebbero accettato di consegnare conoscenze alle istituzioni cinesi. Gli ambiti di interesse sono strettamente scientifici: chimica, nanotecnologia, polimeri, robotica, biomedica.

Le prove contro Lieber, che pur ha ricevuto ben 15 milioni di dollari dal governo americano per finanziare la sua ricerca, sembrano schiaccianti: nelle email raccolte dai servizi segreti, due giorni dopo aver incontrato gli investigatori del Dipartimento di Difesa, Lieber ammise di aver volontariamente omesso il suo lavoro come capo di un laboratorio di ricerca in Wuhan.

Insieme al professore americano sono stati fermati due cittadini cinesi: Zaosong Zheng, ricercatore sul cancro, con l’accusa di aver trafugato materiale biologico da laboratori di ricerca in Israele, oltre che aver mentito al governo americano; e Yanqing Ye, ricercatrice che nella richiesta di visto omise il suo rango di Tenente dell’esercito cinese.

Non si tratta di casi isolati, ma di una serie in continuo aumento: a Luglio dell’anno scorso, l’FBI ha fermato Weiyun ”Kelly” Huang, con l’accusa di aver creato un sistema fraudolento per far ottenere visti per motivi di studio a oltre 2500 spie cinesi, e poi estendere la loro presenza in territorio americano tramite occupazioni fasulle. A Settembre sempre l’FBI ha arrestato Zhongsan Liu in New Jersey, sempre per visti fraudolenti allo scopo di infiltrare agenti della Repubblica Popolare in sette università americane come ”accademici, scienziati ed ingegneri”.

Ancora, a Gennaio 2020, l’Università del Missouri ha terminato il programma di scambi culturali con l’Istituto Confucio per motivi di sicurezza nazionale. Nel Marzo 2019 Ji Chaoqun, già studente di ingegneria elettrica e riservista dell’esercito americano, è finito in stato di fermo.


Trader è un professionista nel settore del commercio internazionale.

Trader

Trader è un professionista nel settore del commercio internazionale.