Harry: da principe a ranocchio (vegano)Singapore, cerniera tra Asia e OccidenteJapan-China relations

Harry: da principe a ranocchio (vegano)

Il blog di Alfonso Piscitelli

Leggi tutto

Singapore, cerniera tra Asia e Occidente

Il blog di Simone Billi

Leggi tutto

Japan-China relations

Convegno il 27 gennaio

Leggi tutto

Diamo idee e strategie all'Italia sovranista. Pensatoio conservatore

Iscriviti alla newsletter
Suadere atque agere
STUDIARE | ANALIZZARE | CONSIGLIARE

Chi siamo

Il Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli è un pensatoio conservatore e sovranista fondato negli ultimi mesi del 2016. La sua finalità è di favorire il raccordo tra intellettuali, tecnici e società civile da un lato, e il mondo della politica dall’altro.

Convegni

I convegni promossi dal Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli puntano a far incontrare studiosi, decisori e cittadini per discutere i temi di maggior rilievo politico e sociale. Scopri i prossimi eventi e informati su quelli passati.

Pubblicazioni

L’attività editoriale del Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli include una collana libraria (“Machiavellica”) e una serie di report digitali, i “Dossier del Machiavelli” (ISSN 2612-047X). Le pubblicazioni del Machiavelli riguardano tutti i temi d’interesse politico.

Blog

13
Gen

In morte di Roger Scruton, apologeta dello Stato-nazione | IANNONE

Roger Scruton è stato soprattutto un apologeta dello Stato-nazione e un sostenitore del superamento dell’Unione Europea. Rifiutare questa idea nazionale e, al contempo, essere ossessivamente lusingati da visioni ecumeniche e centripete ci fa sprofondare nell’oicofobia.

Leggi tutto
13
Gen

Due procioni senza una fava, o le avventure di Conte e Di Maio in Libia | PICCHI

Se è vero che soltanto chi non agisce non sbaglia mai, riuscire a sbagliare in due sullo stesso dossier, mettendo in campo due azioni diverse in modo simultaneo, è una forma di masochismo che non avevamo ancora visto e che onestamente l’Italia non merita

Leggi tutto
11
Gen

Il Medio Oriente dopo l’uccisione di Soleimani | EVENTO

Mercoledì 15 gennaio 2020, dalle ore 17.30 alle 18.30, si terrà la presentazione del Dossier “Il Medio Oriente dopo l’uccisione di Soleimani. Analisi e previsioni sullo scontro USA-Iran”. L’evento avrà luogo a Roma presso la Sala Stampa di Palazzo Montecitorio, in Via della Missione 4.

Leggi tutto
10
Gen

La rivincita delle identità | CASINI

Compito delle élite conservatrici è di rendere realmente efficace la reazione indigenista in Europa e fare in modo che si muti da istinto inconsapevole in progetto consapevole di recupero della identità europea.

Leggi tutto
9
Gen

I tanti pregi della Malesia | BILLI

La Malesia rappresenta un valido esempio di società musulmana moderata che guarda al futuro in un’area geografica dove oggi si concentrano le attenzioni dei Paesi occidentali. I sistemi economici italiano e malese sono per molti aspetti complementari

Leggi tutto
8
Gen

Il Medio Oriente dopo l’uccisione di Soleimani | DOSSIER

Uno scenario di guerra aperta resta altamente improbabile, tanto per l’impossibilità da parte iraniana di sostenere un conflitto con gli USA quanto per la necessità dell’amministrazione Trump di disimpegnarsi da impopolari impegni militari all’estero.

Leggi tutto
8
Gen

Tutti gli errori dell’appoggio a Serraj | GIACALONE

In Libia i precedenti governi italiani hanno scelto di stare dalla parte sbagliata, quella di Fayez al-Serraj. Purtroppo c’è chi a livello istituzionale è ancora convinto che bisogna dialogare con l’islamismo politico di quell’area e i risultati sono oggi sotto gli occhi di tutti.

Leggi tutto
8
Gen

Idee sovraniste/4: L’identità | ABYSSUS

Vi è anche (ma non solo) un nesso biologico, di natura, tra i creatori di una data cultura e la forma che quella stessa cultura assume, tale per cui appare ideologico e utopico pensare che una determinata civiltà dia gli stessi esiti (filosofici, religiosi, scientifici) potendo fare a meno dei suoi fautori e iniziatori.

Leggi tutto
7
Gen

“Tolo tolo”: da Zalone la solita tirata anti-italiana | FERGOLA

In “Tolo Tolo”, l’ultima fatica di Checco Zalone, non ci sono altri scopi se non quelli di promuovere sempre la solita, noiosa tiritera immigrazionista e anti-italiana, una lagna che non potrebbe mai far ridere forse, nemmeno con la sceneggiatura più arguta e brillante di questo mondo.

Leggi tutto