Ci lascia Pansa, non le contraddizioni della guerra civile | CARLESI

Di |2020-01-13T21:54:06+01:0014 Gennaio 2020|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , , , |0 Commenti

Il nome di Giampaolo Pansa rimarrà eternamente legato all’opera di saggista controcorrente che intraprese dal 2003 intorno al periodo 1943-1945, in cui mise in luce i crimini e le atrocità partigiane nei confronti dei «vinti» della Repubblica Sociale.