Il sito de “Il Primato Nazionale” ha recensito Trump vs. everyone. America (and the West) at the crossroads, opera di Stefano Graziosi e Daniele Scalea, ultima uscita della collana “Machiavellica”.

 

Dal 1845, ogni quattro anni, nel martedì successivo al primo lunedì di novembre, gli americani sono chiamati alle urne. I “grandi elettori”, votati dai cittadini su base statale, andranno a riunirsi nel Collegio Elettorale il 14 dicembre per nominare il nuovo Presidente degli Stati Uniti e il suo Vice. Donald Trump si presenta da sfavorito all’appuntamento, leggermente indietro nei sondaggi che tuttavia si rivelarono beffardi per Hillary Clinton nella scorsa tornata. La lotta per la Casa Bianca si prefigura come uno scontro su più fronti per il leader uscente, che non dovrà guardarsi le spalle solamente dagli sfidanti Joe Biden e Kamala Harris. Alla sua carica “antisistema” si opporranno i dogmi del politicamente corretto e i dettami del “pensiero unico”, difesi strenuamente dalla corrente mainstream. Mentre si allunga l’ombra dei poteri forti dello Stato Profondo e si scatena la violenza del movimento Black Lives Matter, l’incertezza causata dal Coronavirus potrebbe rappresentare un’incognita capace di cambiare le carte in tavola.

Trump contro tutti

Trump contro tutti. L’America (e l’Occidente) al bivio. È questo, non a caso, il titolo del nuovo libro edito da Giubilei Regnani e realizzato a quattro mani da Daniele Scalea (Presidente del Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli, già autore di Immigrazione. Le ragioni dei populisti) e Stefano Graziosi (Docente di politica statunitense presso la Fondazione Rui e collaboratore de “La Verità” e “Panorama”). Un’opera fondamentale per capire cosa succede oltreoceano, andando oltre la demonizzazione del magnate newyorkese perpetrata dai media. …CONTINUA A LEGGERE SUL PRIMATO NAZIONALE…

READ ALSO  La Milano di Sala capitale del crimine [VL8]