12 Mar 2020

Così la Cina sta conquistando l’Africa. Letteralmente | MUCEDOLA

Di |2020-03-12T11:46:24+01:0012 Marzo 2020|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , , , , |1 Commento

La Cina sta perpetuando una sottile politica di affermazione in Africa attraverso la penetrazione nel tessuto economico e politico del continente nero. Nna sottile strategia di controllo e sfruttamento delle risorse locali

21 Feb 2020

La Forza Quds dopo Soleimani: chi è stato scelto per sostituirlo | L.FORMICOLA

Di |2020-05-13T15:28:39+01:0021 Febbraio 2020|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Dal momento che nessun comandante può sostituire Soleimani, la rete di delega iraniana sarà ora gestita da un comitato, con la Forza Quds capace di ricoprire, in più figure, tutti i ruoli che Soleimani aveva assunto

3 Gen 2020

Iraq e Libia: moniti per l’Italia | SCALEA

Di |2020-04-14T22:00:48+01:003 Gennaio 2020|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , |0 Commenti

I recenti eventi in Libia e in Iraq rappresentano importanti moniti per l'Italia, perennemente azzoppata in politica estera dal suo complesso d'inferiorità e dal pacifismo ideologico. Mentre la polveriera mediorientale si fa più esplosiva, a cosa s'affiderà l'Italia per tutelare sé stessa e i propri interessi?

4 Lug 2019

PILATI: L’offensiva ideologica di Putin

Di |2019-07-04T14:01:22+01:004 Luglio 2019|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , |0 Commenti

Era dagli anni 70, dai tempi di Breznev, che non si vedeva più un leader russo esporre al mondo una grande visione ideologica – premessa e fondamento di un disegno politico altrettanto grande. Oggi Putin racconta che il liberalismo è esaurito.

26 Giu 2019

PILATI: Per fermare la Cina Trump ha bisogno di Putin

Di |2019-06-26T10:17:45+01:0026 Giugno 2019|Categorie: Commenti e opinioni|Tag: , , , , , , , , , , |1 Commento

Il conflitto scatenato dagli Stati Uniti contro la Cina non è solo una guerra commerciale, come molti credevano: è in essenza uno scontro per il primato tecnologico e quindi politico nel mondo del prossimi trent’anni. Gli Stati Uniti, in base a ragioni economiche, avevano dato largo campo alla Cina