Harry: da principe a ranocchio (vegano)Singapore, cerniera tra Asia e OccidenteJapan-China relations

Harry: da principe a ranocchio (vegano)

Il blog di Alfonso Piscitelli

Leggi tutto

Singapore, cerniera tra Asia e Occidente

Il blog di Simone Billi

Leggi tutto

Japan-China relations

Convegno il 27 gennaio

Leggi tutto

Diamo idee e strategie all'Italia sovranista. Pensatoio conservatore

Iscriviti alla newsletter
Suadere atque agere
STUDIARE | ANALIZZARE | CONSIGLIARE

Chi siamo

Il Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli è un pensatoio conservatore e sovranista fondato negli ultimi mesi del 2016. La sua finalità è di favorire il raccordo tra intellettuali, tecnici e società civile da un lato, e il mondo della politica dall’altro.

Convegni

I convegni promossi dal Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli puntano a far incontrare studiosi, decisori e cittadini per discutere i temi di maggior rilievo politico e sociale. Scopri i prossimi eventi e informati su quelli passati.

Pubblicazioni

L’attività editoriale del Centro Studi Politici e Strategici Machiavelli include una collana libraria (“Machiavellica”) e una serie di report digitali, i “Dossier del Machiavelli” (ISSN 2612-047X). Le pubblicazioni del Machiavelli riguardano tutti i temi d’interesse politico.

Blog

28
Ott

CARLESI| La censura a Biloslavo parte da lontano

Al giornalista Biloslavo è stato impedito di parlare all’Università di Trento. L’egemonia oppressiva dei movimenti di sinistra negli atenei parte da lontano, dall’egemonia culturale conquistata col Sessantotto e che oggi priva di agibilità i pensatori e studenti non allineati.

Leggi tutto
25
Ott

ABYSSUS| Il sovranismo non può abbandonare la cultura alla Sinistra

Il sovranismo non può permettersi di trascurare il mondo della cultura, della scuola e dell’università, lasciando l’egemonia al globalismo progressista, o per quanto grande sia il suo odierno consenso popolare sarà destinato alla sconfitta sul lungo periodo.

Leggi tutto
24
Ott

VIDEO| Il ruolo dell’università nella crescita dell’Italia

Video della conferenza “Sviluppo, merito e libertà: il ruolo dell’università nella crescita dell’Italia” con Prof. Aurelio Tommasetti, On. Giorgia Latini, On. Guglielmo Picchi e Dott. Daniele Scalea alla Camera dei Deputati, 23 ottobre 2019.

Leggi tutto
23
Ott

CARLESI| Perché la storia dispiace al globalista Fioramonti

La storia dispiace al ministro globalista Fioramonti. Globalisti e progressisti considerano le radici inutili orpelli; al contrario patrioti e sovranisti dovrebbero lottare per promuovere lo studio della storia, fonte di crescita e di vita, che spiega le identità e le continuità.

Leggi tutto
22
Ott

SACINO| La grande truffa dell’accordo di Malta

L’accordo di Malta è praticamente inutile, ma la sua ottica pericolosa. Esso mira sottrarre l’immigrazione al piano politico (dove conta la volontà dei cittadini, che vogliono chiudere le frontiere) per darlo in mano ai tecnici globalisti (assertori dei porti e delle frontiere aperte).

Leggi tutto
21
Ott

PILATI| La crisi del perno tedesco

La crisi non solo economica della Germania lascia il ruolo di perno europeo alla Francia di Macron e segna la fine della linea mercantilista degli avanzi commerciali basata sull’accondiscenza americana ad accettare ingenti deficit.

Leggi tutto
18
Ott

MASTRILLO| La centometrista Italia e la zavorra dell’austerity

La svalutazione esterna può ridare competitività all’economia, mentre oggi è possibile svalutare solo internamente. Imponendo agli Stati politiche di austerity con il solo scopo di comprimere la domanda interna, facendo registrare un’alta disoccupazione strutturale.

Leggi tutto
17
Ott

COMBATTELLI| Il (caro) prezzo di Internet e dei social

Abbiamo deciso collettivamente di cedere una parte della nostra individualità per poter entrare in Internet e nei social network l’utente diventa consumatore e non vi è più distinzione tra queste due figure: la privacy e i nostri dati sono il costo da pagare per non essere esclusi dal Paese dei Balocchi online

Leggi tutto
16
Ott

ROSSI| Il disimpegno in Siria e la grand strategy trumpiana

Gli obiettivi primari di Trump in Siria sono due: contenere le ambizioni di Iran e Turchia e negoziare un propizio accordo postbellico con la Russia, preambolo dello storico riavvicinamento tra Mosca e Washington in funzione anticinese, colonna portante della grand strategy trumpiana.

Leggi tutto