Israele (di nuovo) alle urne. Prospettive e scenari è il Dossier del Machiavelli n. 28, scritto da Rebecca Mieli.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT (1MB)

 

SOMMARIO ESECUTIVO

  • Il 23 marzo 2021 gli israeliani torneranno nuovamente alle urne: è la quarta volta in due anni.
  • Il Likud di Netanyahu arriva alle elezioni come unica forza di maggioranza, dopo il successo degli accordi di Abramo e della campagna vaccinazioni (che ha permesso la somministrazione ad oltre la metà della popolazione in soli tre mesi).
  • Il sistema «ultra-proporzionale» conferisce grande potere ai piccoli partiti, esacerbando condizioni di ingovernabilità ma garantendo alta rappresentatività alle varie comunità.
  • Yesh Atid e Tikva Hadasha sono i principali sfidanti di Netanyahu, e sono alla ricerca di un compromesso. Nel frattempo, Naftali Bennett si propone come catalizzatore degli interessi della Destra laica e religiosa attraverso forti ideali nazionalistici e politiche liberiste.
  • La vera sfida in politica estera per il prossimo governo di Gerusalemme è rappresentata dalla presidenza Biden e dalla mutata agenda americana nei confronti di Iran e Turchia.

LEGGI ONLINE:

Dossier 28 - Israele di nuovo alle urne