REPORT | I global compact su migrazioni e rifugiati


I global compact su migrazioni e rifugiati. Sono compatibili con le politiche del Governo italiano? è il nuovo Dossier del Machiavelli, realizzato da Carlo Sacino.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT (1,2 MB, formato .pdf)

SOMMARIO ESECUTIVO

  • Il 10-11 Dicembre 2018, i governi del mondo saranno chiamati a firmare il global compact per una migrazione “sicura, ordinata e regolare”, e quello per i rifugiati, che mirano, tramite un approccio multilaterale, a creare un mondo dai confini aperti.
  • Il global compact sulle migrazioni propone flussi continui, utilizzando motivazioni sia economiche sia demografiche; vuole inoltre creare obblighi crescenti in merito ai servizi da fornire agli immigrati, indipendentemente dal loro status giuridico, e impedire di perseguire penalmente chi fornisce assistenza indebita all’immigrazione.
  • USA, Australia, Ungheria e Austria hanno già dichiarato la propria non adesione al global compact sulle migrazioni.
  • Il global compact sui rifugiati si concentra sul rafforzamento della cooperazione internazionale, dei rimpatri volontari e sulla creazione di piattaforme di supporto temporanee per le emergenze.
  • L’obiettivo del Governo italiano di limitare l’immigrazione e ridurre gli oneri dell’accoglienza appaiono difficilmente compatibili con quanto prescritto dal global compact sulle migrazioni.
  • CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT (1,2 MB, formato .pdf)

    VERSIONE SOLO TESTO:

    Clicca qui per vedere la versione solo testo in html:

    CONSULTA IL REPORT IN LINEA:

    Dossier 9 - I global compact su migrazioni e rifugiati